Indice del forum HI-FI Emozioni all'ascolto
Il forum audio di chi va oltre le apparenze
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Misura audio
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Il blog di Ambrosini
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: 18 Ago 2017 12:32 pm    Oggetto: Ads

Top
Gianfranco



Registrato: 23/02/11 23:49
Messaggi: 3833
Residenza: Da qualche parte la' fuori...

MessaggioInviato: 07 Lug 2017 13:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:

Le prove sono state svolte confrontando una variante telaistica su un ampli in cui il circuito non veniva toccato e quindi si presume mantenesse i medesimi errori di fase in funzione della frequenza.


E se non fosse proprio così? Magari una misura fatta con un comparatore di fase potrebbe essere utile.

_________________
Gianfranco
Top
Profilo Invia messaggio privato
casalettim



Registrato: 23/02/11 23:52
Messaggi: 16
Residenza: Rennes (FR) - Siena (IT)

MessaggioInviato: 07 Lug 2017 14:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:

La domanda è: perchè c'è la necessità che i cunei siano acusticamente assorbenti? non sarebbe bastato per testare antenne rispettare la forma e la conduttività della superficie degli stessi? O c'è necessità per assorbire l'onda elettromagnetica incidente che i cunei siano non solo conduttivi ma adeguatamente cedevoli? Domanda aperta per gli Ing del gruppo che volessero dare il loro contributo alla discussione.


Nelle camere anecoiche per le antenne i coni assorbenti non sono necessariamente acusticamente assorbenti. Il materiale dei coni deve permettere la dissipazione dell'energia limitando l'onda riflessa. Questo implica l'uso di materiali con permittività elettrica vicino all'aria (spazio libero) ma con perdite (conducibilità elettrica). Per questo sono realizzati con materiali che sembrano delle spugne o alternativamente tipo polistirolo visto che entrambi hanno permittività elettrica vicino all'aria. Per aggiungere le perdite vengono riempiti di vernici/materiali conduttivi. Ovviamente la geometria è la stessa delle camere acustiche in quanto sempre di onde si parla (l'onda riflessa non è più coerente ed inoltre si inducono riflessioni multiple fra coni vicini aumentando l'assorbimento)

Massimiliano
Top
Profilo Invia messaggio privato
vitomeuli



Registrato: 10/02/15 17:40
Messaggi: 17
Residenza: Castellana Grotte (Bari)

MessaggioInviato: 07 Lug 2017 18:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Questo thread l'ho già letto una volta, e andrebbe riletto.

Massimo A. ha scritto:
Un ottimo approccio al fine di sondare eventuali differenze elettriche presenti lo si deve anche alla misura creata da Daniele "dabudabu" (anche lui Ing.) ma che appunto non mette in evidenza nulla di significativo per quanto riguarda segnali elettrici a bassa frequenza (banda audio). Andando più indietro nel tempo avevamo affrontato misure anche analizzate con matlab grazie a Massimiliano "casalettim" (altro Ing.) ma anche qui senza giungere a nulla di sostanziale.


Dove posso trovare, se pubblicati, i risultati delle ricerche di Daniele "dabudabu" e Massimiliano "casalettim"?

_________________
Ciao
Vito
Top
Profilo Invia messaggio privato
Massimo A.
Site Admin


Registrato: 21/01/11 21:41
Messaggi: 3048
Residenza: Ravenna

MessaggioInviato: 07 Lug 2017 22:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

Dove posso trovare, se pubblicati, i risultati delle ricerche di Daniele "dabudabu" e Massimiliano "casalettim"?


Della misura di Daniele se ne è parlato qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, spero comunque possa anche lui risponderti direttamente.
Per quanto riguarda Massimiliano le misure fatte all'epoca (molto tempo fa) ed analizzate con Matlab non mi pare siano mai state pubblicate sul forum. Se ti interessano dovrei ancora avere i risultati su altro pc (devo trovarli...).

_________________
Massimo


L'ultima modifica di Massimo A. il 07 Lug 2017 22:09 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Massimo A.
Site Admin


Registrato: 21/01/11 21:41
Messaggi: 3048
Residenza: Ravenna

MessaggioInviato: 07 Lug 2017 22:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

casalettim ha scritto:

Nelle camere anecoiche per le antenne i coni assorbenti non sono necessariamente acusticamente assorbenti. Il materiale dei coni deve permettere la dissipazione dell'energia limitando l'onda riflessa. Questo implica l'uso di materiali con permittività elettrica vicino all'aria (spazio libero) ma con perdite (conducibilità elettrica). Per questo sono realizzati con materiali che sembrano delle spugne o alternativamente tipo polistirolo visto che entrambi hanno permittività elettrica vicino all'aria. Per aggiungere le perdite vengono riempiti di vernici/materiali conduttivi. Ovviamente la geometria è la stessa delle camere acustiche in quanto sempre di onde si parla (l'onda riflessa non è più coerente ed inoltre si inducono riflessioni multiple fra coni vicini aumentando l'assorbimento)

Massimiliano


Grazie Massimiliano della risposta Smile

_________________
Massimo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Gianfranco



Registrato: 23/02/11 23:49
Messaggi: 3833
Residenza: Da qualche parte la' fuori...

MessaggioInviato: 08 Lug 2017 8:58 am    Oggetto: Rispondi citando

Il 'palo', tra un sistema a posto ed uno degradato, è bello grosso. Gigantesco direi e non è in alcun modo giustificabile con un risicato 0,5 db quà e là. Le differenze all'ascolto sono molto più grandi. Fino ad ora, secondo me, si è cercato di misurare la cosa sbagliata. Il 'palo' è altrove.

_________________
Gianfranco
Top
Profilo Invia messaggio privato
soccalf



Registrato: 31/01/11 20:11
Messaggi: 584
Residenza: latina

MessaggioInviato: 08 Lug 2017 10:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Gianfranco ha scritto:
Il 'palo', tra un sistema a posto ed uno degradato, è bello grosso. Gigantesco direi e non è in alcun modo giustificabile con un risicato 0,5 db quà e là. Le differenze all'ascolto sono molto più grandi. Fino ad ora, secondo me, si è cercato di misurare la cosa sbagliata. Il 'palo' è altrove.



Condivido!
Premetto che capisco poco o niente di quel che dite...ma ho la sensazione che in casa Grundig il fenomeno lo misurassero in qualche modo...in un'epoca priva di calcolatori!
Non credo che abbiano messo a punto tanti telai solo ad orecchio o mi sbaglio?

_________________
Alfredo
Top
Profilo Invia messaggio privato
vitomeuli



Registrato: 10/02/15 17:40
Messaggi: 17
Residenza: Castellana Grotte (Bari)

MessaggioInviato: 08 Lug 2017 11:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Gianfranco ha scritto:
Il 'palo', tra un sistema a posto ed uno degradato, è bello grosso. Gigantesco direi e non è in alcun modo giustificabile con un risicato 0,5 db quà e là. Le differenze all'ascolto sono molto più grandi. Fino ad ora, secondo me, si è cercato di misurare la cosa sbagliata. Il 'palo' è altrove.


Hai già qualche idea? Potresti spiegarti meglio?
Se hai già scritto al riguardo, dove posso leggerlo?

_________________
Ciao
Vito
Top
Profilo Invia messaggio privato
vitomeuli



Registrato: 10/02/15 17:40
Messaggi: 17
Residenza: Castellana Grotte (Bari)

MessaggioInviato: 08 Lug 2017 11:24 am    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:
Citazione:

Dove posso trovare, se pubblicati, i risultati delle ricerche di Daniele "dabudabu" e Massimiliano "casalettim"?


Della misura di Daniele se ne è parlato qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, spero comunque possa anche lui risponderti direttamente.
Per quanto riguarda Massimiliano le misure fatte all'epoca (molto tempo fa) ed analizzate con Matlab non mi pare siano mai state pubblicate sul forum. Se ti interessano dovrei ancora avere i risultati su altro pc (devo trovarli...).


Grazie del link, lo leggo appena possibile.
Se riesci a trovare i risultati di Massimiliano/casalettim sarebbe utilissimo, grazie!

_________________
Ciao
Vito
Top
Profilo Invia messaggio privato
Massimo A.
Site Admin


Registrato: 21/01/11 21:41
Messaggi: 3048
Residenza: Ravenna

MessaggioInviato: 08 Lug 2017 18:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

vitomeuli ha scritto:

Se riesci a trovare i risultati di Massimiliano/casalettim sarebbe utilissimo, grazie!


Ti ho inviato ciò che ho trovato in e-mail.

_________________
Massimo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Gianfranco



Registrato: 23/02/11 23:49
Messaggi: 3833
Residenza: Da qualche parte la' fuori...

MessaggioInviato: 08 Lug 2017 23:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

vitomeuli ha scritto:
Gianfranco ha scritto:
Il 'palo', tra un sistema a posto ed uno degradato, è bello grosso. Gigantesco direi e non è in alcun modo giustificabile con un risicato 0,5 db quà e là. Le differenze all'ascolto sono molto più grandi. Fino ad ora, secondo me, si è cercato di misurare la cosa sbagliata. Il 'palo' è altrove.


Hai già qualche idea? Potresti spiegarti meglio?
Se hai già scritto al riguardo, dove posso leggerlo?


Purtroppo ho solo qualche supposizione basata sugli ascolti di cosa succede quando faccio alcune cose sugli apparecchi ma nulla di concreto.

_________________
Gianfranco
Top
Profilo Invia messaggio privato
dabudabu



Registrato: 11/03/11 15:40
Messaggi: 255
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 09 Lug 2017 19:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

vitomeuli ha scritto:
Questo thread l'ho già letto una volta, e andrebbe riletto.

Massimo A. ha scritto:
Un ottimo approccio al fine di sondare eventuali differenze elettriche presenti lo si deve anche alla misura creata da Daniele "dabudabu" (anche lui Ing.) ma che appunto non mette in evidenza nulla di significativo per quanto riguarda segnali elettrici a bassa frequenza (banda audio). Andando più indietro nel tempo avevamo affrontato misure anche analizzate con matlab grazie a Massimiliano "casalettim" (altro Ing.) ma anche qui senza giungere a nulla di sostanziale.


Dove posso trovare, se pubblicati, i risultati delle ricerche di Daniele "dabudabu" e Massimiliano "casalettim"?


Ciao Vito,

se sei curioso, puoi trovare una spiegazione abbastanza esaustiva della misura ADDC al seguente link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Purtroppo (o per fortuna) la presentazione della misura è frammentata dagli interventi dei lettori, ma resta conunque fruibile.
Graditi tuoi commenti.

Al momento le misure sono diventate due: alla ADDC si è affiancata la HC. Appena ho un attimo ne parlerò anche su questo sito, sempre se l'argomento è di interesse.

_________________
A presto, Daniele
Top
Profilo Invia messaggio privato
vitomeuli



Registrato: 10/02/15 17:40
Messaggi: 17
Residenza: Castellana Grotte (Bari)

MessaggioInviato: 09 Lug 2017 23:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

dabudabu ha scritto:

se sei curioso, puoi trovare una spiegazione abbastanza esaustiva della misura ADDC al seguente link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Ciao Daniele,
grazie per l'informazione e un enorme grazie per aver condiviso con tutti i tuoi studi e le tue esperienze. Il lavoro è ponderoso e quindi mi ci vorrà un po' per leggerlo e capirlo tutto.

A rileggerci presto,

_________________
Ciao
Vito
Top
Profilo Invia messaggio privato
Massimo A.
Site Admin


Registrato: 21/01/11 21:41
Messaggi: 3048
Residenza: Ravenna

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 8:04 am    Oggetto: Rispondi citando

vitomeuli ha scritto:

Ciao Daniele,
grazie per l'informazione e un enorme grazie per aver condiviso con tutti i tuoi studi e le tue esperienze. Il lavoro è ponderoso e quindi mi ci vorrà un po' per leggerlo e capirlo tutto.

A rileggerci presto,


Quoto Vito, non conoscevo questa discussione Daniele non leggendo più da anni VHF, anche a me ci vorrà un po' per leggere tutto ma ad una prima occhiata mi sembra molto interessante. Permettimi solo una domanda da persona pragmatica quale credo di essere: se misuri un tuo ampli con e senza coperchio (e ovviamente solo con questa variante in atto) riscontri una differenza con la tua misura?
Te lo chiedo perchè supponendo (conoscendola dagli albori) che la precisione con master clock della misura sia ormai divenuta pressochè assoluta, se non si riscontrassero differenze elettriche verrebbe, purtroppo, confermato il mio timore che le differenze siano solo acustiche in quanto vibrazionali. Sono curiosissimo!

_________________
Massimo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
myfisite
Site Admin


Registrato: 09/02/11 10:49
Messaggi: 1164
Residenza: Prov. Milano

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 9:00 am    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:
Serve una misura acustica...ma purtroppo non ho a disposizione una camera anecoica...


Credo che si possa fare facilmente in casa una piccola camera anecoica (valida a partire da una certa frequenza). Una grossa scatola di legno (1m x 1m x 1m) chiusa e completamente rivestita all'interno di materiale fonoassorbente. All'interno della scatola ci sono un altoparlante e un microfono a bassissimo rumore. L'impianto è esterno. Cominciare a testare segnali semplici da 1KHz in su.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dabudabu



Registrato: 11/03/11 15:40
Messaggi: 255
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 16:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:
vitomeuli ha scritto:

Ciao Daniele,
grazie per l'informazione e un enorme grazie per aver condiviso con tutti i tuoi studi e le tue esperienze. Il lavoro è ponderoso e quindi mi ci vorrà un po' per leggerlo e capirlo tutto.

A rileggerci presto,


Quoto Vito, non conoscevo questa discussione Daniele non leggendo più da anni VHF, anche a me ci vorrà un po' per leggere tutto ma ad una prima occhiata mi sembra molto interessante. Permettimi solo una domanda da persona pragmatica quale credo di essere: se misuri un tuo ampli con e senza coperchio (e ovviamente solo con questa variante in atto) riscontri una differenza con la tua misura?
Te lo chiedo perchè supponendo (conoscendola dagli albori) che la precisione con master clock della misura sia ormai divenuta pressochè assoluta, se non si riscontrassero differenze elettriche verrebbe, purtroppo, confermato il mio timore che le differenze siano solo acustiche in quanto vibrazionali. Sono curiosissimo!

Ciao Max,

non ritengo abbastanza affidabili le catene audio di cui dispongo, motivo per cui ti ho chiesto di acquisire i segnali su cui testare la misura usndo alcuni tuoi sistemi.

la misura ADDC con master clock ha effettivamente una precisione spaventosa (errore relativo anche inferiore a un miliardesimo e oltre se vuole), ma senza bisogno di arrivare a tanto, ti ricordo che lavora solo su sinusoidi pure e TUTTA nel tempo.
Le recenti evoluzioni che "imbrigliano il jitter" e permettono di evitare il master clock (che era una limitazione pesante) sono a mio parere comunque abbastanza precise (in genere errore relativo inferiore a 0,0001).

La nuova misura HC invece lavora TUTTA nella frequenza con segnali musicali reali ma usa degli accorgimenti originali per minimizzare gli errori che questo approccio si tira sempre dietro. Su alcuni sistemi esoterici "classici" ho misurato molto bene l'effetto di cambio cavi, fase girata ecc...

Ti proporrei quindi di acquisire segnali sia per la ADDC cheper la HC.

Ricordo ancora che le misure non nascono per il CCI ma in generale come approccio spero originale alla misura audio, quindi, sperando di non essere frainteso (con te so di non correre rischi ma mi spaventa molto di più il resto del mondo...) non hanno e non avranno mai l'adesivo "CCI" Smile

_________________
A presto, Daniele
Top
Profilo Invia messaggio privato
Massimo A.
Site Admin


Registrato: 21/01/11 21:41
Messaggi: 3048
Residenza: Ravenna

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 17:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

dabudabu ha scritto:

Ciao Max,

non ritengo abbastanza affidabili le catene audio di cui dispongo, motivo per cui ti ho chiesto di acquisire i segnali su cui testare la misura usndo alcuni tuoi sistemi.

la misura ADDC con master clock ha effettivamente una precisione spaventosa (errore relativo anche inferiore a un miliardesimo e oltre se vuole), ma senza bisogno di arrivare a tanto, ti ricordo che lavora solo su sinusoidi pure e TUTTA nel tempo.
Le recenti evoluzioni che "imbrigliano il jitter" e permettono di evitare il master clock (che era una limitazione pesante) sono a mio parere comunque abbastanza precise (in genere errore relativo inferiore a 0,0001).

La nuova misura HC invece lavora TUTTA nella frequenza con segnali musicali reali ma usa degli accorgimenti originali per minimizzare gli errori che questo approccio si tira sempre dietro. Su alcuni sistemi esoterici "classici" ho misurato molto bene l'effetto di cambio cavi, fase girata ecc...

Ti proporrei quindi di acquisire segnali sia per la ADDC cheper la HC.

Ricordo ancora che le misure non nascono per il CCI ma in generale come approccio spero originale alla misura audio, quindi, sperando di non essere frainteso (con te so di non correre rischi ma mi spaventa molto di più il resto del mondo...) non hanno e non avranno mai l'adesivo "CCI" Smile


Daniele...dal momento che a quanto pare proprio sull'acquisizione si sono verificati problemi di ripetibilità con la mia scheda audio la cosa di gran lunga migliore che metterebbe probabilmente la parola fine al dubbio se vi sia un problema elettrico misurabile o solo acustico la puoi fare solo tu collegando un ampli (non importa se CCI o non) ad un diffusore (quindi provando una catena terminata su carico reale) e fermo restando tutto il resto fare tre acquisizioni senza coperchio e tre acquisizioni con coperchio dell'ampli. Una differenza, se il problema che sentiamo si evidenzia anche elettricamente in banda audio ci deve essere qualunque amplificatore tu metta come dut. Discriminare questo fattore (e la tua misura è in grado di farlo) è per me di primaria importanza perchè se dovesse risultare confermata una non evidenza elettrica. avrebbe senso dedicarsi (parlo per me ovviamente) solo ai rilievi acustici.

Per Marco: temo che le limitazioni di una camera anecoica di 1m siano considerevoli e più in generale anche a fronte delle prove fatte con Daniele in una vera camera anecoica il segnale acustico uscente da una QUAD esl63 (ovvero da un elettrostatico...) era quasi irriconoscibile rispetto a quello elettrico il che mi induce a pensare che sia una strada moooolto in salita e per una lunga serie di fattori.

_________________
Massimo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
myfisite
Site Admin


Registrato: 09/02/11 10:49
Messaggi: 1164
Residenza: Prov. Milano

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 18:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:

Per Marco: temo che le limitazioni di una camera anecoica di 1m siano considerevoli


Conoscendone uso e limitazioni, soluzioni simili vengono usate per certi tipi di registrazioni.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Massimo A. ha scritto:
a fronte delle prove fatte con Daniele in una vera camera anecoica il segnale acustico uscente da una QUAD esl63 (ovvero da un elettrostatico...) era quasi irriconoscibile


È una camera anecoica: fa il suo dovere. Smile Smile Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Massimo A.
Site Admin


Registrato: 21/01/11 21:41
Messaggi: 3048
Residenza: Ravenna

MessaggioInviato: 11 Lug 2017 0:48 am    Oggetto: Rispondi citando

myfisite ha scritto:
Massimo A. ha scritto:

Per Marco: temo che le limitazioni di una camera anecoica di 1m siano considerevoli


Conoscendone uso e limitazioni, soluzioni simili vengono usate per certi tipi di registrazioni.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Massimo A. ha scritto:
a fronte delle prove fatte con Daniele in una vera camera anecoica il segnale acustico uscente da una QUAD esl63 (ovvero da un elettrostatico...) era quasi irriconoscibile


È una camera anecoica: fa il suo dovere. Smile Smile Smile


Questo è un ottimo metodo per rendere direttivo un microfono Smile
Temo che l'entità dell'onda riflessa per rendere analizzabile per confronto un segnale acustico debba essere ben minore di quella che consente una soluzione del genere, e all'interno di tale "camera" dovrebbe starci il microfono, l'ampli e un diffusore per cui 1m non basta.

_________________
Massimo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
dabudabu



Registrato: 11/03/11 15:40
Messaggi: 255
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 11 Lug 2017 8:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Massimo A. ha scritto:
dabudabu ha scritto:

Ciao Max,

non ritengo abbastanza affidabili le catene audio di cui dispongo, motivo per cui ti ho chiesto di acquisire i segnali su cui testare la misura usndo alcuni tuoi sistemi.

la misura ADDC con master clock ha effettivamente una precisione spaventosa (errore relativo anche inferiore a un miliardesimo e oltre se vuole), ma senza bisogno di arrivare a tanto, ti ricordo che lavora solo su sinusoidi pure e TUTTA nel tempo.
Le recenti evoluzioni che "imbrigliano il jitter" e permettono di evitare il master clock (che era una limitazione pesante) sono a mio parere comunque abbastanza precise (in genere errore relativo inferiore a 0,0001).

La nuova misura HC invece lavora TUTTA nella frequenza con segnali musicali reali ma usa degli accorgimenti originali per minimizzare gli errori che questo approccio si tira sempre dietro. Su alcuni sistemi esoterici "classici" ho misurato molto bene l'effetto di cambio cavi, fase girata ecc...

Ti proporrei quindi di acquisire segnali sia per la ADDC cheper la HC.

Ricordo ancora che le misure non nascono per il CCI ma in generale come approccio spero originale alla misura audio, quindi, sperando di non essere frainteso (con te so di non correre rischi ma mi spaventa molto di più il resto del mondo...) non hanno e non avranno mai l'adesivo "CCI" Smile


Daniele...dal momento che a quanto pare proprio sull'acquisizione si sono verificati problemi di ripetibilità con la mia scheda audio la cosa di gran lunga migliore che metterebbe probabilmente la parola fine al dubbio se vi sia un problema elettrico misurabile o solo acustico la puoi fare solo tu collegando un ampli (non importa se CCI o non) ad un diffusore (quindi provando una catena terminata su carico reale) e fermo restando tutto il resto fare tre acquisizioni senza coperchio e tre acquisizioni con coperchio dell'ampli. Una differenza, se il problema che sentiamo si evidenzia anche elettricamente in banda audio ci deve essere qualunque amplificatore tu metta come dut. Discriminare questo fattore (e la tua misura è in grado di farlo) è per me di primaria importanza perchè se dovesse risultare confermata una non evidenza elettrica. avrebbe senso dedicarsi (parlo per me ovviamente) solo ai rilievi acustici.

Per Marco: temo che le limitazioni di una camera anecoica di 1m siano considerevoli e più in generale anche a fronte delle prove fatte con Daniele in una vera camera anecoica il segnale acustico uscente da una QUAD esl63 (ovvero da un elettrostatico...) era quasi irriconoscibile rispetto a quello elettrico il che mi induce a pensare che sia una strada moooolto in salita e per una lunga serie di fattori.

Ti sembrerà incredibile ma al momento l'unica catena audio degna di questo nome è quella del salone, che è per definizione immisurabile, causa fattore waf.
Dovrei chiedere aiuto agli amici di Roma ... la cosa è già nel retro cranio da tempo, in generale per usare le due misure sul campo e in particoalre sicuramente potrei eseguire le prove che tu suggerisci.

_________________
A presto, Daniele
Top
Profilo Invia messaggio privato
vitomeuli



Registrato: 10/02/15 17:40
Messaggi: 17
Residenza: Castellana Grotte (Bari)

MessaggioInviato: 18 Lug 2017 23:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

dabudabu ha scritto:

Ciao Vito,

se sei curioso, puoi trovare una spiegazione abbastanza esaustiva della misura ADDC al seguente link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Purtroppo (o per fortuna) la presentazione della misura è frammentata dagli interventi dei lettori, ma resta conunque fruibile.
Graditi tuoi commenti.

Al momento le misure sono diventate due: alla ADDC si è affiancata la HC. Appena ho un attimo ne parlerò anche su questo sito, sempre se l'argomento è di interesse.


Ciao Daniele,
ho letto la prima traduzione in italiano, ma poiché non ci sono formule sono passato alla versione inglese dove...attualmente manca la parte più interessante, cioè "The measure report"...giusto?

Tornerà online a breve?

Grazie!

_________________
Ciao
Vito
Top
Profilo Invia messaggio privato
dabudabu



Registrato: 11/03/11 15:40
Messaggi: 255
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 20 Lug 2017 10:49 am    Oggetto: Rispondi citando

vitomeuli ha scritto:
dabudabu ha scritto:

Ciao Vito,

se sei curioso, puoi trovare una spiegazione abbastanza esaustiva della misura ADDC al seguente link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Purtroppo (o per fortuna) la presentazione della misura è frammentata dagli interventi dei lettori, ma resta conunque fruibile.
Graditi tuoi commenti.

Al momento le misure sono diventate due: alla ADDC si è affiancata la HC. Appena ho un attimo ne parlerò anche su questo sito, sempre se l'argomento è di interesse.


Ciao Daniele,
ho letto la prima traduzione in italiano, ma poiché non ci sono formule sono passato alla versione inglese dove...attualmente manca la parte più interessante, cioè "The measure report"...giusto?

Tornerà online a breve?

Grazie!

La rimozione del report è una precisa scelta a tutela del lavoro pluriennale svolto e della "pessima" reazione della comunità audio professionale ad esso, per cui va bene cornuto, ma anche mazziato no...
Sto battendo altre strade per cercare di dare lo spazio che merita al lavoro svolto. Per ora tutti dovranno accontentarsi di quello che ho esposto che, almeno qui lo posso scrivere senza tema di essere smentito, è tutto farina del mio sacco e tutto vero, senza mistificazioni o bugie scientifiche intenzionali.

_________________
A presto, Daniele
Top
Profilo Invia messaggio privato
vitomeuli



Registrato: 10/02/15 17:40
Messaggi: 17
Residenza: Castellana Grotte (Bari)

MessaggioInviato: 20 Lug 2017 13:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

dabudabu ha scritto:
vitomeuli ha scritto:


ho letto la prima traduzione in italiano, ma poiché non ci sono formule sono passato alla versione inglese dove...attualmente manca la parte più interessante, cioè "The measure report"...giusto?

Tornerà online a breve?

Grazie!

La rimozione del report è una precisa scelta a tutela del lavoro pluriennale svolto e della "pessima" reazione della comunità audio professionale ad esso, per cui va bene cornuto, ma anche mazziato no...
Sto battendo altre strade per cercare di dare lo spazio che merita al lavoro svolto. Per ora tutti dovranno accontentarsi di quello che ho esposto che, almeno qui lo posso scrivere senza tema di essere smentito, è tutto farina del mio sacco e tutto vero, senza mistificazioni o bugie scientifiche intenzionali.


Ok, mi spiace, delle reazioni non so nulla, ho letto rapidamente solo le tue traduzioni ed il sito in inglese originale.

Ti auguro di trovare la strada giusta.

_________________
Ciao
Vito
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Il blog di Ambrosini Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Pagina 10 di 10

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in hifi.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa

Page generation time: 0.216